Gruppo Bancario Credito Valtellinese
Italiana Assicurazioni
Ministero dei Beni Culturali - Direzione Generale per il Cinema
Regione Lazio
Comune di Montefiascone
Unindustria
Università degli Studi della Tuscia - Viterbo
Fondazione Carivit
Camera di Commercio Viterbo
CNA Viterbo e Civitavecchia
Roma Lazio Film Commission










Premi

ARCO DI PLATINO
Premio Italiana Assicurazioni

Italiana Assicurazioni


Il premio, nato nel 2009, omaggia la presenza ad Est Film Festival dei più grandi registi nazionali ed internazionali, e fin dalla nascita è sempre intitolato e consegnato dal main sponsor Italiana Assicurazioni. Dopo aver premiato Carlo Verdone, Giorgio Diritti, Paolo Virzì, Terry Gilliam, Giuseppe Tornatore,Pupi Avati, Enrico Vanzina e Gigi Proietti, l'Arco di Platino 2017 viene assegnato a Gianni Amelio





ARCO D'ORO e 2.000 €
AL MIGLIOR LUNGOMETRAGGIO
Premio Gruppo Credito Valtellinese

Gruppo Credito Valtellinese


Premio di 2.000 euro assegnato dalla giuria al miglior film della sezione Lungometraggi. Fin dalla prima edizione del 2007, la Direzione artistica ha puntato su un Concorso Lungometraggi esclusivamente dedicato alle opere prime e seconde italiane. Nel tempo, proprio grazie a quest'idea, Est Film Festival si è ritagliato un importante spazio nel settore cinematografico, diventando un'originale vetrina di qualità, dedicata ai giovani autori e al cinema emergente. Ogni anno il vincitore, decretato da una giuria di professionisti, si aggiudica l'Arco d'Oro - Miglior Lungometraggio, e la relativa e importante cifra di 2.000 euro. Da sempre il Premio è intitolato e consegnato, durante la cerimonia di premiazioni, dal main sponsor Banca Cattolica Gruppo Credito Valtellinese.

VINCITORE
di Marco Danieli

Motivazione della giuria: Un film popolare, racconta una storia che sa entrare in sintonia con le emozioni e il vissuto del pubblico scegliendo un'angolazione poco nota come quella del testimoni di Geova. Ma anche un film sofisticato,che non ripiega su soluzioni scontate e analizza con il giusto distacco la nascita e la fine di un rapporto d' amore intenso ma diseguale, senza concedere alibi ai due protagonisti, mescolando in modo equilibrato la loro forza e la loro fragilità. Un film ben fatto. Buona sceneggiatura. Bravi attori e ben diretti. Un ritmo che non subisce flessioni. Grande risultato per un' opera d'esordio!






ARCO D'ARGENTO E 500 €
PREMIO DEL PUBBLICO AL MIGLIOR FILM
Premio Cantina di Montefiascone

Cantina di Montefiascone


Premio di 500 euro assegnato dal pubblico al miglior film della sezione Lungometraggi. Nel 2008 nasce l'Arco d'Argento - Premio del Pubblico, dedicato alla sezione Lungometraggi. Dopo ogni proiezione tutti gli spettatori presenti sono chiamati a votare con delle schede, e quasi nessuno si fa sfuggire l'occasione. Questa grande partecipazione del pubblico rende il Premio particolarmente emozionante. Ogni anno il vincitore si aggiudica l'Arco d'Argento - Premio del Pubblico, e la relativa cifra di 500 euro. Da sempre il Premio è intitolato e consegnato, durante la cerimonia di premiazioni, dallo sponsor Cantina Sociale di Montefiascone.

VINCITORE
di Marco Danieli







ARCO D'ARGENTO e 500 €
AL MIGLIOR DOCUMENTARIO
CIC - Centro Iniziative Culturali

CIC - Centro Iniziative Culturali

Nel 2009 nasce l'Arco d'Argento - Miglior Documentario, dedicato alla sezione Documentari. La giuria, novità di quest'anno, è composta da una delegazione di soci CIC. Ogni anno il vincitore, si aggiudica l'Arco d'Argento - Miglior Documentario, e la relativa cifra di 500 euro. Il Premio è intitolato e consegnato, durante la cerimonia di premiazioni, dallo sponsor CIC - Centro Iniziative Culturali.

VINCITORE
di Gianmarco D'Agostino

Motivazione della giuria: Per la grande capacità estetica e comunicativa con cui sono stati elaborati i materiali d'archivio inediti e le testimonianze raccolte; per il messaggio di speranza insito nella trasmissione della conoscenza tra generazioni che caratterizza il lavoro; per la profondità di un progetto narrativo di indiscusso significato sociale e didattico.






ARCO D'ARGENTO e 500 €
AL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
Premio Università della Tuscia

Università della Tuscia


Premio di 500 euro assegnato dalla giuria della sezione Cortometraggi. Nel 2009 nasce l'Arco d'Argento - Miglior Cortometraggio, dedicato alla sezione Cortometraggi. La giuria, da sempre, è composta da una selezione di studenti dell'Università della Tuscia. Ogni anno il vincitore si aggiudica l'Arco d'Argento - Miglior Cortometraggio, e la relativa cifra di 500 euro.

VINCITORE
di Alessandro D'Ambrosi e Santa De Santis

Motivazione della giuria: Gli elementi del genere comico e del grottesco si ben amalgamano con il crescente clima di tensione volutamente costruito dagli autori per sottolineare l'attuale situazione sociale del nostro Paese. Particolarmente apprezzate sono state le innumerevoli citazioni che ripercorrono alcuni importanti momenti della storia del cinema riprodotte attraverso un sapiente uso della fotografia e un montaggio particolarmente dinamico. Le musiche fungono da colonna portante dell'intero mood della storia accompagnandola per tutta la durata del cortometraggio.


MENZIONE SPECIALE
La giuria decide di dedicare una menzione speciale al corto SONO QUI di Anjan di Leonardo per l'importanza del tema trattato messo in scena con un'ottima fotografia e un coinvolgente lavoro di montaggio.






ARCO D'ARGENTO e 500 €
ALLA MIGLIOR COLONNA SONORA ORIGINALE
Premio Terme dei Papi

JazzUp Festival


Premio di 500 euro assegnato dalla giuria composta dalla Direzione del JazzUp Festival alla miglior colonna sonora originale della sezione Lungometraggi. Nel 2012 nasce il Premio Miglior Colonna Sonora, prima dedicato alla sezione Cortometraggi e poi a quella Lungometraggi. Ogni anno il vincitore si aggiudica l'Arco d'Argento - Miglior Colonna Sonora, e la relativa cifra di 500 euro.

VINCITORE
ANDREA DE SICA per il film I FIGLI DELLA NOTTE
di Andrea De Sica

Motivazione della giuria: La colonna sonora dell'opera risulta sapientemente strutturata nella sua varietà, allo stesso tempo solida e flessibile, caratterizzata da una forte presenza di note inquiete, fredde e arrabbiate, che ben riflettono gli ambienti, le vicende e i personaggi del film. La musica, in parte composta dallo stesso regista, rafforza l'originalità della sceneggiatura, coinvolgendo completamente lo spettatore nella sinestesia percettiva di "vedere" i suoni e "ascoltare" le immagini. I toni e i ritmi più esplosivi e gaudenti di alcuni brani non originali, sapientemente selezionati, disposti in modo insolito e mai scontato, irrompono nell'atmosfera cupa e agghiacciante della storia quale anelito verso di un piacere sognato, sperato e, alla fine, paradossalmente trovato. Perfette risultano essere, pertanto, le sequenze musicali che con forti tinte ma anche con riff e sottili anticipazioni, sostengono ed evidenziano gli stati d'animo e i conflitti dei protagonisti dalla prima all'ultima scena.


Condividi







Gio 24
Ven 25
Sab 26
Dom 27
Lun 28
Mar 29
Mer 30
Mattina
sereno
19ºC
Pomeriggio
sereno con veli
29ºC
Sera
velature sparse
26ºC
Notte
velature sparse
22ºC